lunedì 20 aprile 2020

Cronache Sermiserie 2: la spazzatura


Era sempre stato un dilemma in famiglia
alla solita domanda, che poi non era tanto domanda quanto un'affermazione
"porti giù la spazzatura?!"
c'era chi si defilava con fantomatici impegni impellenti
chi liquidava la questione con " vado dopo"
ben sapendo che quel dopo era sinonimo
di "andrà qualcun altro"
Le strade erano due :
o imporsi alzando la voce , 
o prendere il sacchetto e fare quei cento metri
fino al cassonetto.
Ora:
con la forzata chiusura in casa
basta accennare alla spazzatura
e si materializzano volontari
"Mamma vado io!"
"No tu sei andato ieri"
"Allora io porto la plastica"
"Poi io vado con la carta"
....
magia o effetti della reclusione in casa...


Azzurrocielo

immagine da qui

5 commenti:

  1. Noi non abbiamo i cassonetti ma la differenziata porta a porta, il percorso è più corto. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. !ah ah ah allora sì che è più breve! Un saluto !!!

      Elimina
  2. Ahaha, vero.
    Immagina dove fanno la differenziata porta a porta, nemmeno questa gioia...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti, Miki hai ragione, noi siamo fortunati ah ah ah

      Elimina
  3. Ciao ,gradita la tua visita nel mio piccolo mondo. Sicuramente è una seccatura scendere ogni sera . Credo sia giusto fare la nostra parte per il pianeta.
    Buon pomeriggio
    Rakel

    RispondiElimina

GRAZIE PER IL TUO TEMPO USATO PER LASCIARE UN COMMENTO